Radon

Il gas Radon costituisce oggi in Italia la seconda causa di cancro al polmone.Il Radon provoca un incremento di rischio di tumore polmonare statisticamente significativo anche per esposizioni relativamente basse e interagisce marcatamente con il fumo di sigaretta esponendo a un più alto rischio di tumore i soggetti che consumano o hanno consumato tabacco.L’esposizione a questo importante inquinante ha luogo negli ambienti confinati, principalmente nelle abitazioni e varia in funzione di numerosi fattori quali la natura del suolo, l’area geografica, la tipologia di edificio, l’assetto impiantistico etc. Dal Radon è possibile difendersi attraverso la messa in atto di azioni di risanamento e prevenzione a livello degli edifici, che non possono prescindere dalla mappatura del territorio, dalla esecuzione di un adeguato monitoraggio ambientale e da una corretta informazione al cittadino sulla natura del rischio e sulle azioni di tutela.

La L.B. Servizi per le Aziende S.r.l. è leader a livello Nazionale nella dosimetria per la misurazione del gas Radon.

L.B. offre due principali soluzioni tecnologiche per la determinazione della concentrazione media di attività di gas Radon in aria:

-Il sistema CR39 è composto da una camera di diffusione, o contenitore, e da un rivelatore di tracce nucleari (piastrina di PADC, dimensioni 25×25 mm e spessore di 1,50 mm);

-Il sistema EIC (Electret Ion Chamber), conosciuto in Italia come “Sistema a Camere ad Elettreti”;

-E’ inoltre possibile svolgere un tipo terzo tipo di misurazione attiva. Infatti la strumentazione di cui la L.B. è dotata permette di fare misure istantanee di Radon negli ambienti, nei terreni e nelle acque.Il potere d’emanazione del Radon dipende anche dalle caratteristiche del terreno. Esso è presente in tracce nel sottosuolo quasi ovunque.

Affrontare il problema legato al gas Radon è importante sia nella costruzione di nuovi edifici (prevenzione), che nel risanamento (o bonifica) di quelli esistenti. Le misurazioni sono necessarie perché le norme del settore delle costruzioni da sole non possono garantire che le concentrazioni di radon siano al di sotto del limite di riferimento.